Urgenze

Giovedì 24 ottobre ’13

In questo brano percepiamo un’urgenza, è come se Gesù fosse angosciato, in ansia e con molta fretta. È il suo immenso desiderio di donarsi a noi, di dimostrarci quanto ci ama. Davanti a questo amore così totale e passionale l’uomo può rispondere in modo diverso: o si chiude nel suo sentirsi appagato senza voler sconvolgere i suoi equilibri e senza voler combattere con le sue brutte ed egoistiche inclinazioni, sedendosi sulla sua poltrona a dormire. Oppure invece si riconosce peccatore e accoglie la venuta di Gesù come fuoco che sconvolge e brucia le sue false sicurezze. Il Vangelo è qualcosa di veramente sconvolgente e rivoluzionario! Eppure spesso ci nascondiamo dietro false rivoluzioni che non lo sono affatto. Scambiamo la violenza per rivoluzione ma in questo modo scappiamo dalla vera rivoluzione della nostra vita, l’unica novità della nostra vita. Il Vangelo è davvero l’unica novità, le altre rivoluzioni sono sempre gli stessi sfoghi di violenza sugli altri e di fuga dal combattimento in noi stessi. Gesù dice che viene a portarci il fuoco del Suo Spirito, un fuoco che le acque non possono estinguere (Ct 8,6 e ss); è l’amore stesso di Gesù che sgorga dalla sua morte e che ci viene donato in ogni Eucaristia, un fuoco da alimentare giorno per giorno. Che Gesù ci renda infiammati del suo Spirito e del suo Amore passionale per Lui e per ogni anima e ci liberi da quella falsa pace che è l’atteggiamento della pace dei morti e non della pace dei viventi in Lui. Frate Andrea.

1 comment to Urgenze

  • Antonella

    Grazie per questo bellissimo servizio!una piccola richiesta/suggerimento…per favore inserisci anche la citazione, se non riesco a leggere in giornata con la memoria fresca del vangelo del giorno non mi oriento..!grazie ancora , un abbraccio. Antonella ( quella di Firenze)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>