“Un poco e non mi vedrete; un poco ancora e mi vedrete” Gv16,17

Giovedì 17 Maggio 2012

Penso davvero che a volte al Signore piace giocare a nascondino. E’ l’imprevedibilità della sua azione. Dove pensi di trovarlo, non lo trovi. Quando meno te lo aspetti, eccolo. E’ la sua libertà di farci delle sorprese, di non lasciarsi incasellare o limitare dentro i nostri poveri confini. La nostra limitata visione del mondo, della storia e della vita. Che forza straordinaria questo Signore. E’ sempre un passo avanti a noi. Ecco perché ci vuole docilità e libertà. “Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito” (Gv3,8). Impariamo anche noi a giocare con Lui.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>