“Tutto ha il suo momento” Qe3,1

C’è un tempo per nascere e un tempo per morire … Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo; inoltre ha posto nel loro cuore la durata dei tempi, senza però che gli uomini possano trovare la ragione di ciò che Dio compie dal principio alla fine” (Qo 3,1;11). Oggi vi proponiamo una riflessione sul tempo, non meteorologico ovviamente, prendendo in considerazione la prima lettura di oggi, tratta dal libro del Qoèlet. Il tempo. Ottima riflessione. Cominciare a pensare, a riflettere sul tempo. Mi ritorna in mente (lo scrivo apposta per la citazione che sto per fare …) una canzone di Lucio Battisti, I giardini di Marzoche anno e’/che giorno e’/questo e’ il tempo/di vivere con te/le mie mani come vedi non tremano più/e ho nell’anima/in fondo all’anima cieli immensi/e immenso amore/e poi ancora ancora amore amor per te/fiumi azzurri e colline e praterie/dove corrono dolcissime/le mie malinconie… Che cosa centra questa canzone? Credo che oggi si viva la vita senza mai fermarsi a pensare sul presente in modo serio. Se chiedessi a qualcuno che giorno è? sicuramente molti risponderebbero che il 28 settembre 2012; ma la domanda è più sottile? che giorno è della tua vita, della tua esistenza? Ti sei mai accorto che sei vivo, che esisti, che vivi accanto a me … e non possiamo essere due estranei, due sconosciuti che magari ogni mattina si sfiorano nel silenzio assoluto, come fossimo due pianeti nell’universo così indifferenti l’uno all’altro. Mi sembra che oggi, se non stiamo attenti, manca il tempo perfino di fermarsi a guardare i fiumi azzurri, il verde delle colline, il marrone dei campi … come se tutto fosse completamente estraneo a noi, come se noi non fossimo qui … appunto come se non esistessimo. La canzone di Battisti continua ancora così: l’universo trova spazio/dentro me/ ma il coraggio di vivere quello ancora non c’e’ … Non so se Battisti pensasse in realtà a Dio, in fondo proveniva da una terra così impregnata di spiritualità francescana, Fonte Colombo; ma Colui che i cieli non possono contenere può vivere dentro di noi, se gli permettiamo di farlo. Tanto vuoto sulla terra, ma soprattutto in molti cuori, si riempirebbe subito, e non troverebbero spazio ne la tristezza e ne la malinconia. Per imparare a vivere, bisogna trovare il tempo …

Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell’anima.

Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell’eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
E’ la fonte della saggezza
E’ la strada della felicità
E’ il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità
E’ la chiave del Paradiso.
Madre Teresa di Calcutta

1 comment to “Tutto ha il suo momento” Qe3,1

  • Già, il tempo! Oggi parlare di tempo è davvero difficile, sembra non bastare mai, sembra essere nemico della vita; c’è una forte discrepanza tra il tempo della società, oggettivo, incalzante, schizofrenico, ansioso, frustrante e il tempo di cui ciascun uomo avrebbe bisogno per trovare la vera Pace, per incontrare Dio e la sua volontà. Si è persa molto la capacità di fermarsi ad ascoltare e, quando finalmente si riesce a trovare un pò di tranquillità, le pressioni interne ed esterne a cui ciascuno è sottoposto sono notevoli. Credo che ciò che manchi di più all’uomo e alla donna di oggi, inclusa me, sia la capacità di fidarsi (sembra che ognuno sia artefice assoluto del proprio destino), di accogliere il limite, di avere speranza nel futuro. E’ un tempo in cui è necessario ed un bisogno sempre più forte trovare dei punti fermi, delle luci che testimoniano l’effettivo incontro con Dio, la gioia e la pienezza che scaturiscono da questo incontro, per evitare di perdersi e di smarrire il giusto cammino.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>