“Lascia lì il tuo dono davanti all’altare” Mt5,24

Giovedì 14 06 2012

Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare, va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono” (Mt5,23-24). Qui sta il segreto del vero culto gradito a Dio. Un cuore vero, riconciliato e in pace. Il Vangelo non dice “se tu hai qualcosa contro qualcuno“, ma “se ti ricordi che qualcuno ha qualche cosa contro di te“. Non è una leggera sfumatura. L’amore di Dio è esigente. Pretende di vivere come uomini e donne pienamente riconciliate, in relazioni pacificate. E’ un invito alla responsabilità verso un fratello o una sorella concreti, in carne e ossa, e che non può lasciare indifferenti. E’ un compromettersi con l’altro/a fino in fondo così come ha fatto il Dio con noi. Un compromettersi che a volte richiede perfino il sacrificio di se stessi, delle nostre esigenze, modi di pensare; e perfino le nostre stesse ferite. Ma è proprio questo che ci apre alle comunione con Cristo. E’ proprio ciò che ci permette di vivere con Lui la sua Pasqua, di viverla con Lui nella nostra carne. E’ Gesù la verità del nostro amore.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>