“L’anima mia magnifica il Signore” Lc1,46

Sabato 22 dicembre’12

L’insegnamento del Magnificat. Siamo sempre tutti proiettati verso il futuro. Sempre più spesso però s’incontrano uomini  e donne che non hanno una storia; perché non sono abituati a rileggere la propria storia personale. Questo comporta che non c’è una riconciliazione con il proprio passato e dunque con i propri sbagli, ferite etc. Un uomo senza storia è un uomo che non ha futuro. Se abbiamo solamente il presente, siamo disorientati. Se poi non sappiamo riconoscere le tracce di Dio nella nostra storia, difficilmente sapremo riconoscere la sua presenza nella nostra vita; soprattutto non sapremo riconoscere la sua fedeltà, che è la garanzia della speranza di cui abbiamo bisogno per vivere. Perché ciò implicherebbe uno svuotamento lento e totale della speranza stessa. E noi per mantenere viva la speranza abbiamo bisogno di aggrapparci a qualcosa di concreto. Se invece impariamo riconoscere le tracce di Dio nella nostra esistenza, questo implica riconoscere che se Dio è stato fedele ieri, lo sa anche domani, e dopo domani ancora. E su fino alla prova finale: la morte. E se Dio è fedele, allora dopo la morte hai la certezza della risurrezione. Da qui dunque la necessità di una riconciliazione con la propria storia, vita; di ciò che siamo stati e, se Dio lo vorrà, con ciò che saremo ancora. Il nostro cammino è intrecciato di tanti fili interrotti che Dio sapientemente riallaccia. E fondamentale riconoscere questa mano di Dio, anche quando la nostra storia non ci piace. Non dimentichiamoci mai che il Risorto porta i segni della sua vicenda umana. La speranza, ci ricorda papa Benedetto XVI, è attesa delle cose future a partire da un presente, e dunque da un passato, già donato.

1 comment to “L’anima mia magnifica il Signore” Lc1,46

  • Daniela

    Meravigliosa spiegazione…bisogna far pace cn il nostro passato…nn e’ facile ma Dio presente ci aiuta e ci sostiene, questa certezza nn ci deve abbandonare mai….

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>