Il Paraclito

Lunedì 7 Maggio 2012

“Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto” (Gv14,26). Spesso ci dimentichiamo del ruolo e della capacità di operare dello Spirito Santo nella nostra vita. Crediamo che la comprensione della Bibbia dipenda dai nostri sforzi e, ahimè spesso, dalle nostre capacità intellettuali. Non teniamo per niente in considerazione il Paràclito e il valore delle parole di Gesù. Per esempio: la capacità dello Spirito Santo di insegnare; la sua capacità di far ricordare. Così in all’inizio del Vangelo di Giovanni troviamo scritto: “Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù” (Gv2,22). E ancora: “Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future” (Gv16,13). Non possiamo trascurare il ruolo della Terza persona della Trinità sulla nostra vita. Anche il nostro esame di coscienza non può essere il frutto di uno sforzo intellettuale sul bene e sul male. Se le nostre coscenze sono addormentate o appiattite, solo lo Spirito Santo può effettivamente illuminarle e convincerci dell’esistenza del peccato. Per questo oggi, sempre più spesso si evita di usare la parola peccato, perché da un punto di vista umano, essa non è comprensibile. Per contrapposizione, anche la parola santità viene svilita dal suo senso più profondo, tant’è vero che spesso è ridotta ad uno sforzo ascetico ed ad una carità operosa. Cose certamente valide e necessarie. Ma non la si può ridurre solo a questo. La santità è legata alla presenza di Dio che il Santo; presenza nell’uomo  che è possibile solo a partire dall’immanenza della Terza persona della Trinità: lo Spirito Santo, appunto!

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>