“I loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli” Mt18,10

Martedì 2 Ottobre 2012

Angeli. Esseri misteriosi, che l’immaginario collettivo ha pensato nelle più improbabili fattezze tra l’umano e il divino, a metà tra il cielo e la terra. Ne uomo ne donna, ma bensì spirito. Eppure esistono, e sono al servizio dell’uomo,  nel senso che Dio li ha messi al nostro fianco per assisterci, proteggerci ed aiutarci. Una presenza di cui non siamo sempre consapevoli e che a volte rischiamo di banalizzare, così come la Tv ce li propone in un formato in perfetto stile new age. La Bibbia invece ne parla con profondo rispetto, addirittura reverenziale. Per esempio la prima lettura di oggi: “Così dice il Signore: «Ecco, io mando un angelo davanti a te per custodirti sul cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato.  Abbi rispetto della sua presenza, da’ ascolto alla sua voce e non ribellarti a lui; egli infatti non perdonerebbe la vostra trasgressione, perché il mio nome è in lui. Se tu dai ascolto alla sua voce e fai quanto ti dirò, io sarò il nemico dei tuoi nemici e l’avversario dei tuoi avversari. Il mio angelo camminerà alla tua testa» (Es23,20-23). Al servizio dell’uomo, non per i suoi capricci, ma per guidarlo nella volontà di Dio. Spiriti puri che per “servizio” prendono a volte le sembianze umane, come nel caso dell’arcangelo Raffaele che per aiutare Tobia si fa suo compagno di viaggio e solamente alla fine rivela la propria identità. Un aiuto che spesso è più un bisbiglio, un voce sottile nella coscienza, che rimane tale per lasciare ad ognuno di noi la libertà di scegliere e di decidere; al contrario della tentazione che invece non lascia spazio alla libertà libertà, assoggettandola dietro l’illusione e la bramosia di possesso. Una presenza amichevole, dunque, della quale è necessario avere rispetto; un rispetto che si traduce concretamente nella ricerca della volontà di Dio e nel praticarla. Invochiamoli consapevolmente.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>