“Forse credevi che io fossi come te” Salmo 49(50),21

Martedì 26 febbraio’13

Imparare a fare il bene. Nessuno di noi, se ci pensiamo bene, è portato a fare il bene istintivamente. La dimostrazione avviene non appena vengono toccati alcuni punti critici della nostra vita. Basta davvero poco, come ad esempio lo stress, che ci trasformiamo immediatamente in una belva. Se poi accade che il benessere che abbiamo faticosamente raggiunto ci venga in qualche modo sottratto, allora mettiamo in atto tutta una serie di espedienti che di onesto, forse, hanno ben poco. Insomma, non svegliar il can che dorme… Certamente esiste una bontà umana, ma non è mai definitivamente raggiunta. La Parola di Dio oggi invece ci provoca, ci lancia una sfida, per superare i nostri limiti. “Imparate a fare il bene” (Is 1,17 ). Buoni evidentemente non si nasce. Sarebbe un errore pensare di essere buoni in base ad un metro puramente umano. Magari siamo convinti che, quando facciamo qualche buona azione, di essere a posto; ci sentiamo soddisfatti. Eppure Dio ci rimprovera proprio perché pensiamo che il bene sia una categoria quantificabile e qualificabile umanamente o socialmente. La vogliamo misurare con un’unità di misura prestabilita, ma sempre su di metro razionale. Quanto dovrò perdonare? Fino a che punto e a che prezzo? E’ una questione di fede, si!; ma di fede autentica, in relazione con Colui che nulla ha trattenuto per se, ma a noi tutto si è donato. Su un piano umano, razionale, non ne verremo mai fuori. Solamente se conquistati e coinvolti nell’amore straordinario di Dio, tutto questo sarà possibile! Imparare a fare il bene comporta mettersi in gioco fino in fondo, senza nulla lasciare fuori.

Non permettere mai che qualcuno venga a te e vada via senza essere migliore e più contento.

Sii l’espressione della bontà di Dio. Bontà sul tuo volto e nei tuoi occhi, bontà nel tuo sorriso e nel tuo saluto.

Ai bambini, ai poveri a tutti coloro che soffrono nella carne e nello spirito offri sempre un sorriso gioioso

Dai a loro non solo le tue cure ma anche il tuo cuore. 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>