“Fate attenzione a quello che ascoltate” Mc 4,24

Giovedì 31 gennaio’13

Responsabili di ciò che ci è stato donato. Quello che abbiamo ricevuto può essere portato via in ogni momento! Il presupposto di una tale conseguenza sembra essere causata dalla tiepidezza manifestatasi attraverso l’occultamento di quanto ci è stato donato. “Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro?” (Mc 4,22). La luce del Vangelo non può i alcun modo essere nascosta o coperta. Essa pretende che le sia data testimonianza affinché possa illuminare ed essere donata a sua volta. Nascondere questa luce equivale a presumere di avere qualcosa che in realtà non mesi ha mai avuto, proprio perché non ha portato frutto in alcun modo. La tiepidezza, la paura o le preoccupazioni che sono alla base di un tale comportamento, nascondono in realtà una radicale mancanza di fede. Ecco perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha (Mc 4,25), la fede appunto!

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>