“Eccolo qui, Eccolo là” Lc17,21

Giovedì 15 novembre 2012

Count-down. E’ proprio vero: siamo alla frutta! ma non nel senso che la fine del mondo ci sarà al termine di quest’anno solare. Mi meraviglio, e vi assicuro che mi meraviglio davvero, di come tante persone ci chiedono se davvero finisce il mondo il 21 dicembre 2012. Mi meraviglio ancora di più quando trasmissioni che manteniamo con il canone Rai, e che si proclamano scientifiche (una vera e propria offesa all’intelligenza umana oltre che a tutti quei poveretti che, per laurearsi seriamente in una facoltà scientifica, hanno investito tempo, fatica e denaro), fomentano credulonerie da età della pietra. Si è proprio vero: da quando la società non crede più in Dio, crede a tutto e a tutti. Bel progresso. Nell’epoca dei viaggi su Marte, degli aerei invisibili (che invisibili non sono!), dei progressi enormi della medicina, o ti qualsiasi altro ritrovato tecnologico, c’è chi ancora crede alle bufale. Ammettiamo, per un momento, che la cosa sia vera; per un cristiano che cosa cambierebbe? Se davvero la fine del mondo fosse giunta, beh, cari fratelli nella fede, che bello! Finalmente, abbiamo finito di tribolare, si va tutti in paradiso a cantare con i santi, a ricongiungerci  con chi ci lasciato, e a stare con il buon Gesù. Che problema c’è? Non siete contenti? Se la cosa fosse vera, io sarei al settimo cielo. Oppure siamo troppo legati all’idea di perdere qualcosa, e allora in questo caso, di cristiano c’è davvero poco. Una cosa è certa, quando il Figlio dell’uomo tornerà sulla terra, di fede ne troverà poca.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>