“E quanti lo toccavano venivano salvati” M6,56

"E quanti lo toccavano venivano salvati" Mc6,56

"E quanti lo toccavano venivano salvati" Mc6,56

Non c’è spazio per la Morte
Né atomo che la sua forza possa rendere vano
Perché tu sei Esistenza e Respiro
E ciò che sei non potrà mai essere distrutto

Emily Brontë

Ci domandiamo mai il significato di che cosa voglia dire essere salvati? Forse siamo troppi distratti per rifletterci, e ci limitiamo, di tanto in tanto, di premere un bottone sulla tastiera di un computer, in modo da non dover rischiare di perdere qualcosa che ha richiesto ore e ore di duro lavoro e dover ricominciare tutto da capo senza avere la sicurezza di recuperare le idee, le intuizioni, la bellezza di quanto avevamo incredibilmente “creato”. Ti rendi conto di quello che perdi solo quando non è più tra le tue mani. La vita,ahimè,  per quanto se ne dica, è una promessa che solo Dio può mantenere. E, ne sono convinto, solo l’esperienza dell’amore di Dio può anticiparla; mi vengono in mente le parole di san Paolo: “Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame la nudità, il pericolo la spada? … Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori grazie a colui che ci amati. Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire, né potenze, né altezze né profondità, né alcun’altra creatura potrà m ai separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore” Rm8,25-39.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>