“E lì non poteva compiere nessun prodigio” Mc 6,5

Mercoledì 6 febbraio’13

Vediamo nel Vangelo di oggi 2 tentazioni degli abitanti di Nazaret, compaesani di Gesù, che possono essere anche le nostre.
1) Atteggiamento di abitudine e di non apertura alla novità. Loro non credono a Gesù perché sono troppo abituati a Gesù. Lo hanno sempre visto lavorare, un ragazzo come gli altri, conoscono tutti i parenti, cosa succede? Gesù non può fare cose straordinarie perché non l’ha mai fatte. Spesso queste cose accadono anche a noi, a noi che spesso ci avviciniamo all’Eucaristia e poi non crediamo a testimonianze di miracoli che l’Eucaristia compie, come la conversione del cuore, la pace in una famiglia, la guarigione dalla tossicodipendenza, come avviene in tante comunità dove si usa la cosiddetta “Cristoterapia”. Questi giovani tossicodipendenti più che percorsi psicologici (fanno anche quelli) vengono messi davanti all’Eucaristia esposta e tantissimi guariscono dalla loro dipendenza. Eppure tanti credenti e praticanti o anche religiosi non credono a questo e la ritengono una cosa semplicistica.
2) L’atteggiamento di possesso, il voler che faccia i prodigi che ha già fatto altrove, voler comandare a Dio! Questo è un pericolo anche per noi, cioè il ritenere che il Signore deve fare i miracoli solo qui e ora per noi che ce lo meritiamo.
La fede è aprirsi alla novità, Gesù che vediamo sempre umile nell’Eucaristia è lo stesso che i nazaretani videro a lavoro nella bottega di Giuseppe e quindi non accettarono che proprio Lui potesse fare cose strepitose, cambiare i cuori, non sopportarono che Dio fosse dalla parte di questo ragazzo che loro conoscevano.
Avere fede, fiducia è invece credere alla novità di Dio, Dio è novità e il Vangelo è buona notizia, novità bella.
È credere che Gesù fa nuove tutte le cose, soprattutto fa nuovi noi. Avere fede è anche abbandonarsi a ciò che Lui vorrà o non vorrà fare e pensare che qualsiasi cosa farà la farà perché ci ama. Fra Andrea.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>