“Dio infatti ha tanto amato il mondo” Gv3,16

Quando parliamo di fede, ci riferiamo innanzitutto ad una realtà che lega l’uomo a Dio. Io ho fiducia in qualcuno quando io conosco questa persona. Però non è sufficiente, perchè la conoscenza non genera la fede, pur essendo un elemento essenziale. Infatti anche se io conosco una persona, se questa non mi piace, non gli do fiducia. Quand’è che io do fiducia a qualcuno? Quando comincio a conoscere il cuore di quella persona, e comprendo che mi vuole bene; pensa sempre al mio bene. In questo modo, questa fiducia aumenta fino a essere totale. Una fiducia cieca, indica infatti una fiducia totale, perchè quella persona è affidabile fino in fondo. Questo poi a me sembra anche un atto razionale, logico. Perchè c’è una consapevolezza di questa fiducia, in quanto io conosco e sono cosciente che quella persona mi ama, vuole bene. In poche parole, io ho fiducia quando sento che quella persona mi vuole bene, mi ama. E’ mia amica. A questo punto potremmo definire in modo semplice la fede, come una relazione di amicizia tra Dio e l’uomo.  Avere fiducia in Dio significa innanzitutto che io ho acquisito una consapevolezza del suo amore. Questa però può nascere solamente da un’esperienza autentica del suo amore. Perchè è l’amore la natura della fede. Quest’amore poi non è un fatto di conoscenze, di concetti, ma qualcosa di concreto e che appartiene all’uomo, in quanto creato ad immagine e somiglianza di Dio, che è appunto amore; Dio ne è la fonte. Con il battesimo noi siamo generati dal suo amore e nel suo amore, l’amore dello Spirito Santo. La conoscenza nasce dunque in virtù della nostra partecipazione a quest’amore. Potremmo anche dire che la fede è la risposta all’amore di Dio. Entrare in relazione con il Signore comporta che tutto l’uomo ne sia coinvolto, non solo il suo assenso intellettuale. Si tratta di conformarsi sempre più alla persona di Cristo Gesù, fare nostri i suoi sentimenti. Acquisire una mentalità evangelica. Una conformazione che non è automatica, ma bensì graduale, e necessita di tempo. Soprattutto ha bisogno della grazia e degli aiuti dello Spirito Santo. E’ proprio lo Spirito Santo che muove i nostri cuori attirandoli a Cristo. Perchè se l’uomo è fatto per amare, non può rimanere indifferente di fronte all’amore vero, cioè quello di Dio.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>