“Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò” Mc 6,22

Venerdì 8 febbraio’13

La seduzione. Il potere ha una propria capacità di sedurre che riesce sempre ad ottenere ciò che vuole. Quando abbiamo paura di perdere il potere che faticosamente ci siamo conquistati, e questo può avvenire in tutti i campi della vita, siamo disposti a compiere qualsiasi cosa pur di non perderlo. Diveniamo improvvisamente capaci di qualsiasi atto di barbarie, e il tutto avviene nella più totale indifferenza. Anzi riusciamo perfino a giustificare il nostro atteggiamento, trovando tante di quelle attenuanti, che alla fine siamo convinti di essere nel pieno della ragione. Tutto questo accade più spesso di quanto possiamo immaginare. I dispetti, le scorrettezze, e perfino le cattiverie, che mettiamo in opera sono solo la superficie di quanto risiede nel nostro cuore. Un cuore che anziché farsi educare dal Vangelo, preferisce farsi sedurre dal potere. Quando questo avviene senza che ne rendiamo minimamente conto, ci allontaniamo piano piano da Dio. Perfino le nostre sembianze si trasformano lentamente, cambiando perfino il nostro volto. I nostri occhi si trasformano perdendo quelle luminosità che proviene da un cuore puro, lasciando spazio ad uno sguardo rigido, perfino cattivo, che altro non nasconde quell’astuzia tremenda che il potere sa mettere in opera. Così, giorno dopo giorno, ci troviamo cambiati, diversi, incapaci di riconoscerci. Soprattutto ci scopriamo incapaci di tornare indietro, per paura di perdere esattamente quel potere, e il prestigio che esso stesso ci dona. Ecco che, il potere non solo ci ha sedotto, ma ci ha resi perfino schiavi di se stesso. Come un cane che si morde la coda. Il potere non solo seduce, ma dopo l’illusoria libertà che promette, incatena:

« Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli. »
(J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>