“Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna” Gv6,54

 

Il compromettersi di Dio è sconvolgente. Gesù si coinvolge completamente nel pane e nel vino. La carne e il sangue del Verbo incarnato sono vita. Carne e sangue nella Scrittura fanno riferimento a tutta la realtà della persona. Nella sua relazione con l’uomo Cristo si mette completamente a disposizione. Una tale disposizione, il suo consegnarsi, pretende dunque anche una risposta totale e completa da parte dell’uomo stesso. E’ necessario consegnarsi completamente a questa relazione. Solo chi risponde in questo modo entra in questa intimità con il Verbo della vita.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>