Avete inteso …

Venerdì 14 giugno ’13

Avete inteso … Non possiamo mai dare nulla per scontato, soprattutto in ciò che riguarda Dio. È necessaria una corretta visone di Dio e del suo progetto di salvezza; e dunque perfino una lettura corretta della Bibbia. Il Vangelo, e ce lo ricorda San Paolo proprio in questi giorni, non è modellato sull’uomo: “abbiamo rifiutato le dissimulazioni vergognose, senza comportarci con astuzia né falsificando la parola di Dio, ma annunciando apertamente la verità e presentandoci davanti a ogni coscienza umana, al cospetto di Dio” (2Cor 4,2). Dobbiamo essere coscienti che in noi ci sarà sempre la tendenza, diciamo, ad aggiustare la nostra vita come ci conviene. Che si tratti di morale o qualsiasi altra norma, tenteremo sempre di far tornare le cose a nostro convenienza, che ne siamo consci o meno. Il punto di partenza è sbagliato: noi; cioè il modo di leggere tutta la realtà a partire dal nostro punto di vista. Un punto di vista che evidentemente non è quello di Dio. Rovesciare questa visuale non è facile, soprattutto se non siamo disposti a metterci in discussione. Ho l’impressione che all’uomo di oggi non interessi più il punto di vista di Dio. La razionalità umana ha talmente banalizzato la presenza di Dio, a tal punto da ridicolizzarla. La fede è una cosa seria. Essa presume che ci siano uomini e donne capaci di mettersi in ascolto di un Dio che si rivela e parla. Persone che non pretendano di insegnare a Dio a fare, per l’appunto, dio. Tutto le questioni aperte ancora oggi nella chiesa, che si tratti di matrimoni, divorzi, omosessualità o qualsiasi altra cosa, non avranno mai una soluzione seria se prima non ci mettiamo in ascolto di Dio. Mi domando però, esistono persone capaci di mettersi in ascolto autentico e sincero di Dio? Il che presume che l’uomo conosca molto bene se stesso, i propri limiti e le proprie fragilità, oltre ovviamente al fondamento delle proprie opinioni. Ho l’impressione che uomini del genere siano piuttosto rari. Il discorso ovviamente vale anche per gli ultra fondamentalisti cattolici. Sono proprio
le parole di Gesù a rinfrescarci la memoria: “Avete intesi … ma io vi dico“. C’è un intendere dell’uomo, e c’è un intendere di Dio. Non sono la stessa cosa.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>