Approdarono (Mc. 6,53-56)

Lunedì 10 febbraio ’14 – V sett. T.O.

Compiuta la traversata fino a terra, giunsero a Gennèsaret e approdarono“. E’ stata una notte dura per i discepoli: accecati dalla paura per il mare in tempesta, non riconoscono il loro Signore che, camminando sulle acque, va loro incontro, sgrida i venti e placa i flutti. Sono affaticati, stanchi, increduli. In loro si rende evidente, una volta ancora, la fatica del credere, la fatica del cedere terreno sul piano dell’autonomia, la fatica di consegnarsi nelle mani del Signore, abbandonandosi alla provvidenza.

Marco è chiaro: “giunsero a Gennèsaret e approdarono”. Approdarono, appunto! I discepoli si sentono arrivati, poiché hanno fatto quello che ha fatto Gesù (Mc 6,12), hanno compiuto miracoli e segni, hanno dato “loro stessi” da mangiare alla folla (Mc 6,37), ma allo stesso tempo non hanno saputo riconoscere fino in fondo che quella potenza non era la loro, bensì quella di Dio. Pensano di aver messo un punto nella loro vita, salvo poi accorgersi che quel punto è pesante, a tratti insostenibile con le proprie forze: infettati dal veleno del potere, si scoprono così vicini fisicamente a Gesù e così lontani spiritualmente; così vicini e così soli!

E’ la tentazione antica di appropriarsi della fede, di diventare giudici piuttosto che servi. E’ la tentazione di appropriarsi dei servizi nella chiesa, di trasformare la parte, quella affidata a me, per il bene di tutti, nel tutto, nella cosa più importante e urgente, rispetto alla quale ogni altra parte può essere sacrificata. Per questo Gesù riparte dal “lembo del suo mantello” per guarire le ferite dell’uomo. Riparte da un frammento, per far comprendere che la salvezza non viene dalla smodata ostentazione di sé, quanto piuttosto dal far bene e con amore la tua piccola parte, dal percorrere bene e con amore quel piccolo tratto di strada che ogni giorno il Signore ti affida, certo che tu saprai trasformarlo, con la tua umiltà, in un pezzetto di paradiso. Buona giornata, fra Piero.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>