Cercava di vedere (Lc 19,1-10)

XXXI domenica T.O. – 3 novembre ’13

“Cercava di vedere Gesù”. Possiamo immaginare che Zaccheo avesse sentito molto parlare di Gesù, senza mai averlo incontrato di persona. In lui un desiderio: incontrare quest’uomo misterioso. Tra lui e Gesù si frappone una folla anonima che impedisce a Zaccheo di vederlo. Non è la prima volta che nei Vangeli la folla anonima si frappone tra Gesù e chi cerca di avvicinarlo. Penso a quante volte questo accade anche nella nostra vita. La folla anonima è pericolosa; si muove come una massa informe, capace non di trascinare, ma anche di travolgere inaspettatamente anche chi sarebbe voluto andare controcorrente. A volte ha la capacità di trasformarsi, ma sarebbe meglio dire camuffarsi in una specie di una mentalità fatta di pregiudizi alimentati da luoghi comuni per sentito dire ma mai verificati attentamente. Una folla anonima che scoraggia quanti abbiano un minimo di desiderio di incontrare il Signore. Questa massa però non è stata capace di scoraggiare un uomo come Zaccheo. Colpisce, infatti, la sua intraprendenza, e la sua abilità nell’ingegnarsi per poter vedere chi lo sta cercando da molto tempo. Zaccheo non si lascia vivere, e tanto meno inchiodare dai suoi peccati; reagisce.  Soprattutto si mette in gioco una volta accolto il Signore nella sua vita. Il pentimento che lo anima lo rende capace di aprirsi al prossimo, di vedere le necessità di chi ha meno di lui e di ripagare quanti sono stati frodati dal suo comportamento. Egli cerca un riscatto morale anche sul piano sociale per dimostrare che la salvezza l’ha raggiunto.

Due le riflessioni per noi. La prima sulla nostra capacità di ingegnarci per raggiungere il Signore; ci lasciamo trascinare dalla massa anonima (vedi Halloween, per esempio) o sappiamo muoverci incontro al Signore nonostante le difficoltà, e superando le barriere (interiori) dei pregiudizi che dei suddetti luoghi comuni continuamente ci frappongono? La seconda sul nostro modo di agire; raggiunti dalla grazia, ci adoperiamo per una garantire un’autentica testimonianza di conversione?

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>