Alcuni”. Ci sono persone che hanno paura a prendere una decisione; preferiscono demandare ad altri le proprie decisioni o scelte. Hanno una paura innata di esporsi, di rischiare qualcosa se non tutto. Neanche di fronte all’evidenza sono capaci di operare una scelta. E’ il caso di questi “alcuni” di cui parla il Vangelo, che nemmeno dopo aver visto risuscitare Lazzaro riescono a credere. I miracoli in questo caso non servono a nulla. Ma non sono le persone più pericolose che si possano incontrare anche se sono manipolabili, soprattutto da chi ha teme di perdere il proprio potere. Ci sono uomini ben più pericolosi, che nessuno è in grado di fermare: sono i santi. E per descrivere un santo, userei la parole di David Maria Turoldo:

Se c’è un uomo da temere, se c’è un autentico rivoluzionario, uno che non obbedisca a nessuno tranne che a Dio; se c’è uno pericoloso, questi è in modo particolarissimo l’uomo di preghiera. Si capisce: uomo di autentica fede e di vissuta preghiera“. 

Questi si, che fanno paura!

1 comment to

  • Fra Marco

    Grazie Loredana per il tuo commento. Penso che il problema dipenda dal non decidersi mai definitivamente per il Regno di Dio. Non so gli altri che cosa fanno; io ci provo! Provo tutti i giorni a fare del mio meglio. Non sempre ci riesco, questo è vero! ma non mollo, non rinuncio. Ci credo fino in fondo. E non lo faccio da solo. Una sconfitta non è mai una battaglia persa. Amare vuol dire anche perdere; accettare anche di essere sconfitti. La vita con le sue esperienze ci insegna la difficoltà di essere costante, la precarietà della nostra fedeltà e la fatica del donarsi quotidianamente. La vulnerabilità della nostra sincerità e la fragilità della gratuità. Eppure in tutto questo è possibile scorgere, io lo vedo continuamente, l’amore di Dio. E questo amore è ciò che rende capace un uomo a superare i propri limiti, a oltrepassare le barriere dell’egoismo. E’ l’amore che si rende visibile nella mia vita innanzitutto. E’ l’amore che prende forma a partire da piccoli insignificanti gesti quotidiani. Gesti insignificanti, che però dicono fedeltà ad una chiamata.Il Signore ti dia pace, Santa Pasqua, fra’marco

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>