Un inno di silenzio (Mt 1,18-24)

Mercoledì 18 dicembre ’13 – III sett. di Avvento

Tra i personaggi dell’Avvento che ci accompagnano nel cammino di Avvento, soprattutto ad accogliere il Figlio di Dio che si fa uomo, c’è San Giuseppe. Giuseppe nel Vangelo compare pochissime volte. Soprattutto non proferisce parole. Egli attraverso il suo silenzio ci invita a guardare più in profondità gli eventi che accadono nella nostra vita. Spesso siamo preda dell’istintività, del giudizio immediato, delle reazioni che gli eventi in se scatenano dentro di noi, soprattutto della rabbia che nasce dalla frustrazione alla quale siamo sottoposti quotidianamente. Oggi più che mai sono vere le parole di un grande mistico, Thomas Merton, il quale affermava che ogni momento e ogni evento della vita di ogni uomo sulla terra getta un seme nella sua anima. Come il vento trasporta migliaia di visibili e invisibili semi alati, così il flusso del tempo reca con sé germi di vitalità spirituale che si posano, impercettibili, nella mente e nella volontà degli uomini. La maggior parte di questi innumerevoli semi muore e va perduta, perché gli uomini non sono preparati a riceverli: tali semi infatti possono germogliare soltanto nella buona terra della libertà e del desiderio. Così la volpe al Piccolo Principe di Saint-Exupéry ci ricorda che l’essenziale è invisibile agli occhi; si vede bene solo con il cuore. Per accogliere la Parola nella nostra vita è dunque necessario che il silenzio diventi l’atmosfera ideale nella quale il nostro cuore possa respirare. Un silenzio che si fa preghiera e ascolto. Dal silenzio scaturisce come una sorgente la nostra preghiera, la quale giorno dopo giorno, apre il nostro cuore rendendolo capace di accogliere la parola di Dio, fino ad accogliere il grande mistero del Figlio di Dio che si fa carne. Un inno di silenzio possa alzarsi dai nostri cuori in questo giorno meraviglioso; buona giornata, fra’Marco.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>